VignaLeNicchie

Tempranillo Toscana IGT

Il mio vino più ambizioso e più esclusivo nella sua unicità. Dopo la sconvolgente scoperta della presenza storica de blasonato vitigno spagnolo Tempranillo sul territorio di San Miniato, mi sono adoperato per comprenderne a fondo le sue peculiarità e le sue potenzialità con l’obiettivo di produrre un vino unico che ne fosse l’espressione massima e sincera.

Annata

2011

Uvaggio

Tempranillo 100%

Età delle Viti

Circa 100 anni

Profumo

Fiori e frutta nello stesso tempo che si sostituiscono a vicenda durante l’invecchiamento fino a trovare la perfetta fusione intorno al quinto anno di età, quando iniziano a comparire i primi sentori terziari, liquirizia, caffe, cacao, cuoio, insieme alle note cremose che completano lo spettro aromatico di questo vino

Sapore

Cremoso, denso, ma con una bevibilità decisamente piacevole dovuta a tannini fini e setosi che diventeranno dolci solo al sesto settimo anno e ad un finale di bocca lungo ma non invadente

Abbinamenti

Brasati e stracotti in dolceforte, selvaggina di pelo, preparazioni con cioccolato

Scheda Tecnica Completa

Filosofia

La vigna delle nicchie è chiamata così perché questo piccolo appezzamento di collina è un giacimento di conchiglie fossili di mare (“nicchie” in dialetto toscano) su una base di argille bianca e arenaria. Proprio su questa collina si trova l’unico vigneto secolare di piante Tempranillo, da cui vengono prodotte in numero limitatissimo le bottiglie di questo vino.

Dopo numerosi studi e test e dopo le tante dimostrazioni di potenza e versatilità di queste uve, ho deciso di intraprendere la strada più estrema per la produzione dell’ultimo e più importante dei miei vini: i grappoli delle piante storiche sono raccolti la prima settimana di Settembre in piccole cassette da 5 kg ciascuna, trasportate in fruttaio e lasciate ad appassire fino alla seconda decade di Ottobre.

Vinificazione e Maturazione

Dopo la naturale disidratazione, durante la quale si perde il 25% del peso, inizia la vinificazione in vasca di cemento con una quantità di parti solide (bucce e vinaccioli) decisamente superiore, che conferiranno al vino un’impronta tannico/acida di altissima qualità ed uno spettro aromatico molto particolare.

In questo vino la fermentazione alcolica può durare anche oltre i 10 giorni, a causa dell’alto contenuto zuccherino e comunque, per ottenere una completa estrazione di tutte le sostanze nobili contenute in queste uve, la macerazione non è mai inferiore alle sei settimane. Spesso si ottiene anche la fermentazione malolattica ancora in presenza delle vinacce, altre volte immediatamente dopo la svina.

Il VignaLeNicchie necessita di un lungo periodo di maturazione e affinamento: si inizia nella primavera successiva alla vendemmia con l’immissione del vino in barrique nuove ogni anno al 70% in rovere francese e al 30% in rovere americano, dopo 12 mesi viene effettuato un travaso con il blend dei diversi fusti, dopodiché il vino assemblato torna per ulteriori 12 mesi negli stessi contenitori.
Dopo i due anni passati in legno questo vino viene imbottigliato e rimarrà in affinamento fino al compimento dei quattro anni, quando inizierà la commercializzazione.